Visto elettronico per la città di San Pietroburgo e la Regione di Leningrado (il cui capoluogo è San Pietroburgo)

A partire dal 1 ottobre 2019, in conformità con il Provvedimento del Governo della Federazione russa del 10 settembre 2019 n. 2021-p , i cittadini degli stati esteri, come da elenco approvato dal Governo della Federazione Russa, possono ottenere attraverso l’apposito sito del Ministero degli Esteri della Federazione Russa http://electronic-visa.kdmid.ru visti singoli d’affari, turistici, per motivi culturali,  scientifici e sportivi in formato documento elettronico (visto elettronico (e-visto)) per visitare la città di San Pietroburgo e la Regione di Leningrado.

Possono ottenere e-visto per visitare la città di San Pietroburgo e la Regione di Leningradо i cittadini dei seguenti stati:

1. Austria

2. Andorra

3. Bahrein

4. Belgio

5. Bulgaria

6. Vaticano

7. Ungheria

8. Germania

9. Grecia

10. Danimarca

11. India

12. Indonesia

13. Iran

14. Irlanda

15. Islanda

16. Spagna

17. Italia

18. Qatar

19. Cipro

22. Cina (Taiwan compreso)

21. Repubblica Popolare Democratica Di Corea

22. Kuwait

23. Lettonia

24. Lituania

25. Liechtenstein

26. Lussemburgo

27. Malaysia

28. Malta

29. Messico

30. Monaco

31. Paesi Bassi

32. Norvegia

33. Oman

34. Polonia

35. Portogallo

36. Romania

37. San Marino

38. Arabia Saudita

39. Macedonia Settentrionale

40. Serbia

41. Singapore

42. Slovacchia

43. Slovenia

44. Turchia

45. Filippine

46. Finlandia

47. Francia

48. Croazia

49. Repubblica Ceca

50. Svizzera

51. Svezia

52. Estonia

53. Giappone

L’E-visto si ottiene gratuitamente in base alla richiesta da parte di un cittadino straniero, compilata in forma digitale sul sito del Ministero degli Esteri della Federazione Russa e corredata da una fotografia digitale in forma di file elettronico entro e non oltre i 4 giorni precedenti la prevista data di ingresso. Non è richiesto nessun altro documento per richiedere il visto.

Si avvisano i gentili richiedenti che ognuno si assume la piena responsabilità personale per l’inserimento nel sito dei dati personali corretti che devono corrispondere a quelli nel passaporto internazionale ad eccezione del caso in cui il nome comprenda più caratteri di quanti possono essere inseriti nello spazio predisposto.

Nel caso vengano forniti dati errati o incompleti oppure manchi la fotografia, oppure la fotografia sia di un'altra persona il visto viene revocato e l’ingresso in Russia viene negato.

L’E-visto ha la validità di 30 giorni a cominciare dalla data del rilascio con la possibilità di soggiorno nel territorio della Federazione Russa fino a 8 giorni dalla data di entrata.

Gli E-visti per visitare la città di San Pietroburgo e la Regione di Leningrado sono   validi per l'ingresso nella Federazione Russa e l'uscita dalla Federazione Russa solo attraverso i seguenti varchi di confine statale della Federazione Russa:

- scalo aereo " Pulkovo";

- scali marittimi "Vysotzk”, “Grande porto di San Pietroburgo (Stazione marittima)”, “Porto passeggeri di San Pietroburgo”;

- valichi di frontiera automobilistici "Ivangorod", "Torfianovka", "Brusnichnoie", "Svetogorsk";

- valico di frontiera pedonale "Ivangorod".

Per motivi tecnici temporaneamente non è consentito l’ingresso nel territorio della città di San Pietroburgo e della Regione di Leningrado con e-visto сon trasporto ferroviario.

I cittadini stranieri che hanno ricevuto il e-visto per visitare la città di San Pietroburgo e la Regione di Leningrado, hanno diritto di risiedere e viaggiare solo all'interno del territorio della città di San Pietroburgo e la Regione di Leningrado. Non è consentito l’ingresso con questo visto nel resto del territorio della Federazione Russa.

Le compagnie di trasporto possono verificare il possesso di un e-visto valido da parte di un cittadino straniero tramite il sito specializzato del Ministero degli Esteri della Federazione Russa https://evisacheck.kdmid.ru. Le informazioni sulle modalità di tale verifica sono disponibili in russo e in inglese.

 

Ambasciata della Federazione Russa

Ufficio Consolare

Intermediazione ed errori nelle richieste del visto elettronico per la visita di alcune regioni della Federazione Russa

Seguiamo attentamente la situazione del rilascio dei visti elettronici per visitare alcune regioni della Federazione Russa. Recentemente sempre più spesso appaiono le pubblicazioni, in cui si tratta di vari siti di agenzie di viaggio e discutibili intermediari che guadagnano sui servizi per l’ottenimento dei visti elettronici nella Federazione Russa. Il costo di tali servizi è molto alto e varia dai 15 ai 40 euro. Naturalmente non contestiamo in nessun modo il diritto degli stranieri di spendere i soldi a loro esclusiva discrezione, ma vorremmo ricordare che il menzionato visto elettronico per visitare alcune regioni della Russia è gratuito e viene ottenuto esclusivamente tramite il sito del Ministero degli Affari esteri della Russia evisa.kdmid.ru. Per ottenerlo non sono necessari inviti, conferme della prenotazione degli alberghi o qualsiasi altro documento comprovante lo scopo del viaggio nella Federazione Russa.

Il visto elettronico viene rilasciato entro 4 giorni di calendario dalla data di presentazione della richiesta compilata. Pertanto qualsiasi promessa delle strutture intermediarie di accelerare anche grazie al versamento del supplemento in denaro l'esame della richiesta e ottenere un "visto urgente" è infondata. Inoltre, l'intermediario che ottiene un visto elettronico per qualcuno non è al sicuro da errori durante la compilazione dei dati personali, il che può causare il diniego al viaggiatore straniero di passaggio attraverso il confine russo.

Va anche ricordato che il visto elettronico come, del resto anche il visto cartaceo non garantisce l'ingresso nella Federazione Russa. La decisione finale sull'ingresso di un cittadino straniero nel paese viene presa al varco di frontiera dello stato il che corrisponde in generale alla prassi internazionale.

Nei massmedia si possono anche trovare molti commenti sulle difficoltà di attraversare il confine di stato e espulsione di cittadini stranieri dalla Russia a causa di errori nel visto elettronico o violazione del periodo del soggiorno. L'analisi di queste cause conferma una circostanza: disattenzione banale e inadempienza alle istruzioni per l’ottenimento di e-visto che costutuiscono la parte integrante del processo di compilazione della richiesta. Le istruzioni contengono spiegazioni dettagliate con esempi di compilazione corretta di cognome, nome, anche di come scrivere delle lettere con segni diacritici, altri dati personali. Una grande parte delle istruzioni e` dedicata al calcolo corretto del periodo di soggiorno e della data di uscita dalla Russia di uno straniero per evitare la responsabilità amministrativa per violazione della legge russa sull'immigrazione.

In conclusione vorremmo sottolineare che il visto elettronico viene rilasciato in conformità a una richiesta personale di un cittadino straniero e non di strutture intermediatarie. Dalla correttezza della compilazione di tale richiesta dipende quanto piacevole sarà il suo viaggio in Russia.